Appiattire la pancia: tutti i consigli

appiattire la pancia 001.jpg

 

Seguire diete ipocaloriche, mangiare molte fibre, carbone vegetale, fare addominali, assumere tisane, lassativi o ricorrere alla liposuzione sono tutti metodi spicci e non risolutivi. «Per risolvere radicalmente il problema dobbiamo ricercare un tipo di dieta e un opportuno esercizio fisico che migliorino la funzionalità intestinale nel lungo periodo»., quindi alimentazione sana ed esercizio fisico, iniziando drasticamente il nuovo regime alimentare con un brevissimo periodo (da 1 a 5, in media 3) di digiuno totale: «Il massimo riposo possibile per l’apparato digerente, quindi il miglior rimedio per l’intestino stanco […]. Psicologicamente una rottura col passato».

appiattire la pancia 002.jpg

Via libera agli alimenti naturali o biologici (è la prima regola), no a tutti i cibi manipolati o alterati come: i conservanti, gli alimenti totalmente raffinati (come lo zucchero), parzialmente raffinati (cereali), le margarine i cibi cotti alla griglia con le striature nerastre, olio e burro cotti oltre gli 80°, ogm, alcol, caffè, tè, tabacco, guaranà e ginseng. Per cuocere i cibi il metodo migliore rimane la pentola a pressione, per compensare la leggera perdita di vitamine e sali minerali si può aggiungere lievito alimentare secco e riutilizzare l’acqua di cottura degli alimenti per brodi e minestre.

appiattire la pancia 003.jpg

La seconda regola è quella di masticare bene e con gusto: mangiare con calma e a piccoli bocconi, solo ciò che piace e mai senza appetito. Terza regola: consumare due pasti al giorno, ossia colazione e pranzo. «La tipica colazione italiana moderna caffè – oppure cappuccino – e briosche, è la meno salutare che si possa immaginare. Svegliamoci e impariamo come comportarci da tutti gli altri popoli che consumano una colazione molto più variata e sostanziosa. Non dico di sentirsi obbligati a mangiare uova e pancetta con contorno di fagioli come è abitudine degli inglesi, anche se si tratta di un ottimo suggerimento. Ma mangiamo più sostanzioso e, soprattutto più sano!». La sera meglio mangiare presto – in realtà sarebbe meglio evitare – e in modo modesto: niente pasta o riso, frutta o verdura, meglio verdura cotta e un po’ di proteine (carne, pesce, yoghurt…).

appiattire la pancia 004.jpg

Mangiare leggero è la quarta regola, ma che significa di preciso? Assumere la giusta quantità di fibra (in media 15 gr al giorno, pari a 2 porzioni medie di frutta o ortaggi), cibi crudi o cotti il più breve tempo possibile, latte o yoghurt. Quinta regola, preferire pasti semplici: consumare al massimo due alimenti diversi per piatto, oltre agli eventuali condimenti (meglio evitare piatti ripieni ed elaborati come ravioli, paella, ravioli, müesli…), non superare mai quattro piatti diversi per pasto (primo, secondo, contorno, dessert o al suo posto l’antipasto).

appiattire la pancia 005.jpg

La sesta regola impone di seguire una dieta equilibrata: la quantità di proteine – «uguale alla vostra altezza espressa in centimetri meno cento, ma calcolata in grammi» (quindi 65, nel caso di una persona alta 1,65) – di carboidrati (dai 200 ai 300 g al giorno), grassi (dai 50 agli 80 al giorno), bere «solo quando si ha sete» e non «durante o immediatamente dopo i pasti».  Settima regola: fare regolarmente esercizio fisico, «ogni giorno ci si dovrebbe muovere almeno per due ore».

Appiattire la pancia: tutti i consigliultima modifica: 2010-02-21T15:00:00+01:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento