Dall’Inghilterra arriva l’alcol analcolico

drunk-urinal.jpg

 

LONDRA – Arriva dall’Inghilterra l’alcol analcolico. I ricercatori dell’Imperial College di Londra, coordinati da David Nutt, ex consulente del governo britannico in materia di stupefacenti, hanno messo a punto un alcol sintetico, incolore e insapore, senza effetti collaterali indesiderati come mal di testa e fastidio allo stomaco. La nuova sostanza, testata con successo su alcuni volontari, è composta da alcune sostanze chimiche simili al sedativo Valium.

L’alcol sintetico darebbe una sensazione di ubriachezza paragonabile a quella dell’alcol, rendendo rilassati” ha spiegato Nutt al quotidiano britannico Daily Mail. I ricercatori stanno attualmente lavorando anche ad una pillola post-brindisi in grado di interrompere gli effetti dell’alcol sintetico sui recettori cerebrali, permettendo ai consumatori della nuova bevanda di mettersi al volante subito in regola con la legge e soprattutto senza rischi per la propria e altrui incolumità.

L’ex consulente del governo britannico auspica di creare una valida alternativa all’alcol: “L’uso di questa sostanza potrebbe ridurre il problema del bere in Gran Bretagna, un problema che costa a questo paese 3 miliardi di sterline all’anno”, ha detto Nutt. “Potrebbe anche ridurre il numero di morti a causa dell’avvelenamento da alcool”, ha aggiunto.

Dall’Inghilterra arriva l’alcol analcolicoultima modifica: 2010-01-16T15:00:00+01:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento