Pericolo tatuaggi colorati

 

tatuaggi colorati1.jpg

Non solo infezioni, ma anche il pericolo di tumori. Questo il rischio che si correrebbe decidendo di farsi un tatuaggio. L’allarme viene lanciato in seguito a un’indagine in corso della Procura di Torino su uno specifico tipo di inchiostro utilizzato nel corso dei tatuaggi e prodotto da un’azienda pugliese.
Il prodotto contiene ammine aromatiche, che potrebbero causare la formazione di mesoteliomi, la categoria di tumori divenuta tristemente nota in seguito alle vicende relative alla manipolazione dell’amianto da parte degli operai.
L’inchiostro oggetto dell’indagine è a colori e contiene molecole pericolosissime come la O-Toluidina e la 5-Nitroanilina, le quali favoriscono l’insorgenza di carcinomi. I colori risultati positivi ai test dell’Arpa sono per la precisione il giallo, il rosso e l’arancione.
A livello europeo, era stata già emanata una delibera che obbliga le aziende e i tatuatori ad utilizzare componenti per i tatuaggi e il trucco permanente che non diano adito a dubbi di alcun genere sulla loro innocuità nei confronti delle persone e dell’ambiente.
È ritenuta responsabilità del produttore quella di verificare i dati relativi alla tossicità dei vari elementi immessi in commercio, in relazione alle risultanze emerse a livello scientifico. I tatuaggi e il trucco permanente non devono quindi presentare sostanze pericolose e potenzialmente cancerogene come, per l’appunto, le ammine aromatiche.

tatuaggi colorati2.jpg

Fonte: italiasalute.leonardo.it

 

 

Pericolo tatuaggi coloratiultima modifica: 2009-12-26T17:40:00+01:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento