Il caffè non smaltisce la sbornia

 

caffè1.jpg

Bere un caffè dopo aver trangugiato diversi bicchieri di liquore non porta ad essere più sobri, ma genera solo una falsa credenza di esserlo. Questo è quanto emerge da uno studio apparso sulla rivista Behavioral Neuroscience.

“La caffeina allevia l’effetto sedativo dell’alcol ma non migliora le funzioni cognitive, ciò implica che i processi decisionali potrebbero risultare compromessi”, afferma l’autore della ricerca Thomas Gould, direttore del dipartimento di scienze cognitive presso la Temple University di Philadelphia.

caffè e sbornia.jpg

L’effetto della caffeina, secondo l’autore, non è quello di modificare i livelli di alcol presenti nel sangue, ma soltanto quello di aiutare a sentirsi più svegli. Ciò potrebbe condurre a delle prese di posizione del tutto errate, come quella di mettersi alla guida di un automobile dopo aver bevuto. Gli effetti di questo mix tra caffeina e alcol, spiega Gould, dovrebbero essere chiari ai più giovani che, sempre più spesso, tendono ad assumere alcol e caffeina in concomitanza con l’illusione di sentirsi più sobri.

Nel suo esperimento in laboratorio, Thomas Gould ha somministrato a un campione di topi della caffeina, dell’etanolo, o un mix di entrambi, dopodichè li ha inserito i topi in un labirinto. Gli animali sottoposti a etanolo mostravano tutti i segni dell’ebbrezza e tendevano a camminare piano e a perdersi spesso. Lo stesso avveniva nei topi che avevano assunto alcol e caffeina, con la differenza che questi ultimi tendevano a essere meno quieti e a prendere decisioni avventate durante il tragitto, conclude il ricercatore. Un effetto che potrebbe essere del tutto simile a quello provato all’uscita di un locale dopo aver bevuto un rum e coca.

 

caffè e sbornia2.jpg

 

Il caffè non smaltisce la sborniaultima modifica: 2009-12-22T17:40:00+01:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento