Vivaldi calma il feto, Beethoven lo innervosisce…

fonogramma_feto.jpg

La voce della madre e’ il suono piu’gradito dal feto. Vivaldi e Mozart lo calmano, Beethoven e Brahms lo innervosiscono. Lo dice l’ecografia 3D e 4D, una delle novita’ di cui si parla al secondo congresso nazionale della Fiog, Federazione Italiana di Ostetricia e Ginecologia, che si svolge al Lingotto di Torino centrato sul tema ‘Come integrare umanizzazione e tecnologia’.

Sono oltre 1.500, tra ginecologi universitari, ospedalieri, extraospedalieri, consultoriali e ostetriche, i partecipanti. Durante il congresso si parla di contraccezione, con la pillola naturale, la prima a contenere lo stesso estrogeno prodotto dal corpo femminile, e la pillola del quarto e quinto giorno dal rapporto, gia’ in commercio in Francia, Regno Unito e Germania e di prossima introduzione in Italia. Sara’ trattato il tema della chirurgia robotica, capace di abbattere gli errori dovuti ai movimenti involontari della mano, e di visione tridimensionale, particolarmente adatta al trattamento dei casi piu’ complessi. Sara’ poi presentato uno studio condotto a Torino per il trattamento del carcinoma dell’ovaio, prima causa di morte tra tutti i tumori dell’apparato genitale femminile. Tra gli altri temi, il trapianto dell’utero, disponibile entro cinque anni, il vaccino anti Hpv, causa del cancro alla cervice uterina, l’endometriosi, ‘l’Agenda della gravidanza’, il kit fornito dalla Regione Piemonte per accompagnare la donna durante il percorso della maternita’.

 

Vivaldi calma il feto, Beethoven lo innervosisce…ultima modifica: 2009-12-11T18:45:00+01:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento