Cioccolato e…

 

cioccolato[1].jpg

Con un bassissimo tenore di colesterolo e una presenza rilevante di ferro, magnesio, fosforo, potassio, calcio, è alimento sano e particolarmente indicato nei soggetti che svolgono attività sportiva, oltre che un valido aiuto per tutti nei momenti di depressione. Registi, scrittori e artisti hanno reso il cioccolato protagonista. Così, addolcisce la vita di un intero paese nel film “Chocolat”, esprime passione nel film “Come l’acqua per il cioccolato”, colora il fantastico mondo del romanzo di Roal Dahl” “La fabbrica di cioccolato”. Nella pittura dei secoli scorsi è stato spesso rappresentato mentre si consuma come bevanda in aristocratica compagnia. Nei giorni nostri, invece, è tema ricorrente di fiere, sagre e mostre. Coltivato già dagli antichi Maya che lo consideravano un dono degli dei, prezioso più dell’oro nelle civiltà antiche, aristocratico simbolo dei salotti borghesi nel secolo scorso, al centro delle kermesse gastronomiche degli ultimi anni, il cioccolato ha un capitolo importante nella storia dei generi voluttuari. Bevanda di corte, Cosimo III dei Medici le affidò l’immagine del Granducato.

cioccolato2.jpg

 A soddisfare la nostra voglia di cioccolato è un albero dal curioso aspetto, coltivato nei paesi situati in prossimità dell’Equatore. I suoi frutti, le cabossidi, assomigliano a un pallone da rugby. All’interno racchiudono le fave che vengono selezionate dopo essere state fatte fermentare ed essicare. Pelate e tostate, le fave vengono macinate per ottenere la polvere di cacao che, abilmente amalgata con burro, zucchero, latte, assumerà le sembianze del cibo più consumato e apprezzato al mondo.

Cioccolato e…ultima modifica: 2009-11-24T20:00:00+01:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento