Lo Zafferano

zafferano.jpgLo Zafferano è una pianta (bulbo-tubero) che viene trapiantata in primavera e il cui fiore sboccia nei campi ad ottobre (fioritura autunnale). Il fiore ha un colore che varia dal lilla chiaro al viola purpureo e all’interno della sua corolla si trovano 3 fili di colore rosso vivo, da questi si ricava il preziosissimo Zafferano.

I maggiori produttori al mondo sono la Persia, l’India, la Spagna, la Grecia e in alcune zone anche in Italia in Abruzzo e in Sardegna.

raccolta-zafferano_2006103019040_raccolta-zafferano.jpg 

Lo Zafferano è un prodotto totalmente naturale perché coltivato senza ricorrere all’utilizzo di nessun fertilizzante, pesticida o sostanza chimica. Anche la lavorazione è completamente artigianale, i fiori vengono infatti raccolti a mano uno per uno e sempre manualmente vengono staccati i tre stimmi interni alla corolla, subito dopo seccati in un forno o in un braciere al fine di sterilizzarli.

Da qui l’origine della sua preziosità, basti pensare che per un chilogrammo di Zafferano è necessario raccogliere sui campi circa 150.000 fiori e occorrono più o meno 500 ore di lavoro. Da circa 20 fiori si ricavano 60 pistilli che una volta essicati e lavorati serviranno per preparare un’unica bustina di Zafferano.

zafferano1.jpg

Il vero Zafferano di qualità non può essere economico.

Quando si compra una confezione di Zafferano, bisogna prestare molta attenzione al peso e al prezzo della bustina.

Un prezzo troppo basso nasconde sempre spiacevoli sorprese, infatti o lo Zafferano al suo interno è di una qualità scadente, o la bustina è “più leggera” delle altre. Nel caso dello Zafferano, basta poca quantità in meno di prodotto per avere forti differenze di prezzo.

SaporidellumbriaZafferano.jpg

In una bustina, la polvere deve essere uniforme, senza puntini bianchi, di colore rosso vivo, se non è così vuol dire che è stata utilizzata una qualità scadente o che è stata mischiata ad altri componenti senza nessun valore gastronomico. Anche un’ eccessiva umidità è sinonimo di alterazione sia di qualità che di peso, infatti potrebbe causare lo sviluppo di microrganismi che con il tempo rovinerebbero la Zafferano facendolo anche ammuffire. 
 

Lo Zafferanoultima modifica: 2009-10-02T09:30:00+02:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento