Dieta all’ortica per depurare e dimagrire

ortica4.jpgFortemente depurativa e diuretica. Ricchissima di sali minerali, in particolare di ferro, tanto da assicurare un piacevole senso di energia e vigore. E pensare che l’ortica è conosciuta quasi esclusivamente per le sue proprietà irritanti. Utilizzata come ingrediente principale di decotti e infusi ma anche per preparare contorni, minestroni e primi piatti, aiuta ad eliminare tossine e liquidi ristagnanti. Bastano 2 giorni e mezzo per perdere un chilo di troppo e .combattere la ritenzione, primo step verso la cellulite. Se poi si ha la pazienza di assumere regolarmente le tisane consigliate e si seguono alcune semplici regole alimentari è possibile contrastare efficacemente cuscinetti e pelle a buccia d’arancia.
Il programma dimagrante dura due giorni e mezzo: si inizia nel pomeriggio del primo giorno ( fino a mezzogiorno del primo giorno si mangia come d’abitudine ) e poi si prosegue come indicato per i 2 giorni successivi. L’ortica per le tisane e i decotti si acquista in erboristeria e nelle farmacie dotate di reparto erboristico. L’ortica fresca si trova dal fruttivendolo specializzato in vegetali biologici. Oppure si può acquistare nei supermercati di prodotti biologici.

dietaortiche.jpg

Una volta portata a casa va maneggiata con i guanti, sciacquata sotto acqua corrente e lessata come si farebbe con le normali erbette o con gli spinaci. Si può aggiungere anche cruda alle preparazioni ( al risotto, al minestrone ) dopo averla lavata con cura sempre utilizzando i guanti.
Trascorsi i 2 giorni e mezzo di dieta si può ricominciare a mangiare normalmente tenendo però presente alcune regole che permettono di stabilizzare i risultati raggiunti.
Al mattino preparare un litro di tisana di ortica da bere durante la giornata. Si può scegliere fra l’infuso o il decotto, oppure alternarli a piacere. Privilegiare i piatti a base di carne bianca e pesce cucinati semplicemente alla griglia o al cartoccio e insaporiti con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva a crudo, aromi, spezie, succo di limone a piacere. Ridurre il consumo di carboidrati complessi privilegiando piuttosto gli zuccheri amici forniti dalla frutta di stagione ( pesche, cocomero, albicocche, pugne ecc ). Da evitare solo i frutti più calorici come banane e avocado. I menù devono essere ricchi di fibre vegetali. Per questo la verdura può essere mangiata senza limiti di quantità. No ad alcolici e bibite zuccherate, comprese quelle con dolcificanti acalorici perchè possono ostacolare il processo di purificazione dell’organismo.

Il menù ‘tipo’
A colazione latte parzialmente scremato con un caffè e qualche biscotto secco con miele oppure in alternativa uno yogurt con un cucchiaino di miele, un caffè e qualche fetta biscottata con un velo di ricotta magra. Riso in brodo vegetale con insalata mista e bresaola a pranzo o se preferite il pesce 120 gr di tonno al naturale con una fetta di pane tostato a pranzo. In alternativa pastina in brodo e 80 gr di prosciutto cotto accompagnato da 30 gr di pane oppure un una fetta di frittata di ortiche, una fetta di pane tostato e 120 gr di bietole rosse. Per la cena 140 gr di petto di tacchino, giardiniera di verdure o pesce al cartoccio. Durante la giornata assumere tisane o decotti a base di ortica e fare qualche spuntino mangiando un frutto. L’apporto calorico è molto ridotto, ma la breve durata della dieta dell’ortica permette di non correre rischi per la salute.
Per tenere il peso sotto controllo il programma può essere ripetuto una volta al mese, per 2 o 3 mesi, in base alle proprie necessità.

 

Dieta all’ortica per depurare e dimagrireultima modifica: 2009-10-02T11:00:00+02:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Dieta all’ortica per depurare e dimagrire

Lascia un commento