Ginseng

Ginseng.jpg

 

E’ usato dalla medicina cinese da oltre 5.000 anni. Il suo nome significa “uomo pianta” in quanto la radice assomiglia spesso alla forma di un corpo umano talvolta persino nei dettagli.

Gli è stato attribuito il nome botanico di “Panax” che significa “tutto salutare” in virtù delle sue proprietà farmacologiche.

Proprietà

Fornisce vitalità fisica e mentale, resistenza alla fatica ed ai disagi, rinforzando e stimolando le ghiandole endocrine che controllano i principali processi fisiologici, inclusi i metabolismi dei minerali e delle vitamine.

Aiuta, accelerando, la fase mentale di apprendimento. Si ritiene possa agire a livello ematico, abbassando il livello degli zuccheri e coprire le deficienze di Vitamina B1 e B2.

Ricercatori sovietici riferiscono che il Ginseng è in grado di normalizzare il livello pressorio arterioso e pertanto agisce efficacemente sia in caso di iper che di ipotensione arteriosa.

Può essere inoltre efficace per il ringiovanimento dell’organismo e la virilità.

Indicazioni

Può essere efficace associato alla terapia per:

– ipotensione e ipertensione arteriosa;
– astenie;
– convalescenze;
– stati di affaticamento nervoso;
– raffreddori;
– tossi;
– reumatismi;
– nevralgie;
– gotta;
– diabete;
– anemia;
– insonnia;
– impotenza.

Posologia

Da 100 a 300 mg al giorno di radice in polvere.

Ginsengultima modifica: 2009-09-01T10:00:00+02:00da tamy_dolceamara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento